Archivio News ed Eventi

Partecipare ad una manifestazione fieristica con una immagine non performante significa perdere visibilità non certo acquistarla.

Mi spiego meglio. Vi invito a pensare a cosa succede quando siete alla ricerca di un prodotto su internet. Cosa vi spinge o meno ad acquistarlo? Un sito lento, vecchio, da cui non si percepiscono le caratteristiche del prodotto venduto e dell’azienda produttrice cosa vi fa pensare dell’azienda?

Stesso vale per le fiere. Se un’azienda si presenta con uno stand impersonale, pre-allestito, poco visibile, vecchio e poco comunicativo non esprime performance, tutt’altro.

Curare l’immagine in fiera non significa necessariamente spendere di più, ma pianificare e coordinare al meglio gli investimenti per poi beneficiare dei risultati.

Il mio studio di progettazione Vitali Architettura aiuta le aziende a presentarsi al meglio in fiera, ma non solo, anche a coordinare tutti gli strumenti architettonici destinati valorizzazione dell’azienda stessa.”

Architetto  Anna  Vitali


 

2018: Vitali architettura has been occupied in projecting the architectural image of Toscotec enterprise in occasion of the national and international trade fairs Tissue World Miami 2018 – CIDIPEX 2018 – MIAC 2018.

 
Taking part in a trade fair with a non-performant image means losing visibility, not acquiring it.
I’ll explain. I invite you to think to what happens when you are searching for a product on the internet. What pushes you into buying it or not?

A slow, old site where you can’t perceive the characteristics of the product, what makes you think about the company?
It’s the same thing for fairs. If a company presents with an impersonal, pre set up, not visible,  old and not communicative stand it does not convey a performance, but the opposite.

Taking care of the image in a fair does not necessary mean spending more, but planning and coordinating to the best the investments to then benefit from the results.

My study of projection Vitali Architettura helps companies in presenting at the best in fairs, but not only, even to coordinate all the architectonical instruments intended for the valorization of the company itself”.

 
Architect Anna Vitali